ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gay pride: festa nelle città europee per voto New York

Lettura in corso:

Gay pride: festa nelle città europee per voto New York

Dimensioni di testo Aa Aa

Felici di festeggiare un diritto in più. La decima edizione del gay pride a Parigi applaude alla legalizzazione dei matrimoni omesessuali nello Stato di New York.

Secondo un sondaggio, il 63% dei francesi approva le nozze gay e il 58% dice sì all’adozione da parte delle coppie omosessuali.

“Da New York arriva una notizia meravigliosa – dice Eva Joly, candidata alle presidenziali francesi del 2012 e leader dei Verdi – nel nostro programma è prevista l’introduzione del matrimonio per gli omesessuali, sia gay che lesbiche”.

Dalla Francia a Berlino. Decine di migliaia di persone hanno sfilato per le strade della capitale tedesca, stravolta da colori sgargianti e abbigliamenti eccentrici. Oltre mezzo milione le presenze secondo gli organizzatori.

“Ci sono Stati membri dell’Unione europea come le penisole baltiche, dove non è facile organizzare il gay pride – spiega il sindaco di Berlino, Klaus Wowereit – Dobbiamo combattere per questo: gli Stati membri accettino i diritti tutelati dall’Unione, siano contro la discriminazione. Ogni Paese deve accettare questi principi”.

I manifestanti hanno partecipato a una raccolta di firme per una petizione contro l’omofobia nello sport, dove, sostengono è ancora difficile accettare la diversità.