ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

De Magistris: "La camorra dietro i roghi"

Lettura in corso:

De Magistris: "La camorra dietro i roghi"

Dimensioni di testo Aa Aa

C‘è l’ombra della camorra sui roghi appiccati ai rifiuti: a dichiararlo, il neo sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, che denuncia l’ostilità della criminalità a raccolta differenziata e appalti puliti.

Gli incendi sono stati domati solo grazie all’intervento dei pompieri, ma la diossina prodotta dal fuoco e le alte temperature registate nella città partenopea sono un mix ad alto potenziale tossico.

Luigi De Magistris, sindaco di Napoli

“Mi sembra assolutamente evidente che da quando abbiamo non solo annunciato ma praticato la rivoluzione ambientale, con quattro ordinanze che in dieci giorni ha firmato il sindaco, i roghi sono aumentati, nonostante la situazione sia molto molto meno grave di alcuni mesi fa e di alcuni anni fa”.

E se anche i napoletani condividessero tali sospetti, l’omertà in nome della sicurezza personale è dilagante.

“Qui non siamo tutelati”.

“Cosa vuol dire non siete tutelati? Che se sporgete denuncia, poi la pagate di persona?”

“Io pago di persona. Chi mi tutela se vado a far denuncia? Ma lei l’ha saputo di quel vigile urbano che ha fatto denuncia contro ignoti e gli hanno incendiato la macchina? Ma è possibile?”.

Oggi la spazzatura per strada ha raggiunto quota 2300 tonnellate. Da giovedì, i camion per la raccolta circolano 24 ore su 24, sotto scorta armata, mentre la Procura di Napoli ha aperto un’indagine.