ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rwanda: la Nyiramasuhuko colpevole di genocidio

Lettura in corso:

Rwanda: la Nyiramasuhuko colpevole di genocidio

Dimensioni di testo Aa Aa

È la prima donna ad essere riconosciuta colpevole di genocidio da un tribunale internazionale. La 65 enne Pauline Nyiramasuhuko è stata condannata all’ergastolo dalla corte penale per il Rwanda. Carcere a vita anche per il figlio Arsene Shalom Ntahobali.

L’ex ministro della Famiglia di Kigali era la principale accusata tra le sei persone perseguite per crimini di genocidio e contro l’umanità, nel processo sul massacro di molti tutsi a Butare, nel sud del Rwanda.

Il genocidio dei tutsi è stato commesso dal regime estremista hutu nel 1994, con il massacro di circa 800.000 persone secondo stime dell’Onu.