ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Alberto di Monaco, principe tra scandali e sobrietà

Lettura in corso:

Alberto di Monaco, principe tra scandali e sobrietà

Dimensioni di testo Aa Aa

Alberto il sobrio, l’introverso, l’eterno scapolo dalle molte avventure, ha finito per cedere alle esigenze del protocollo. A 53 anni, gli ultimi dieci dei quali trascorsi a fianco di Charleene, il principe offre a Monaco una principessa e, chissà, forse in futuro anche un erede. I due figli che ha riconosciuto non possono infatti ambire al trono.

Secondogenito di una delle coppie più ammirate dell’epoca, formata da Grace Kelly e dal principe Ranieri, Alberto ha ventiquattro anni quando la tragedia irrompe nella sua famiglia con la morte della madre in un incidente d’auto. Lui ha appena completato gli studi di scienze politiche negli Stati Uniti.

Da allora, fatta eccezione per le visite ufficiali, non lascia più il principato preparandosi, sotto la direzione del padre, ad assumere quella che un giorno diventerà la sua funzione per diritto dinastico, lontano dal clamore suscitato sui giornali dalle due sorelle.

Il momento giunge alla morte del padre, nel 2005. Già negli anni Novanta, Ranieri aveva pensato di abdicare in favore di Alberto, contando sulla popolarità di cui godeva il figlio tra i sudditi. Ma c’era un ostacolo: Alberto non era sposato.

E continua a restare celibe anche anni dopo, quando diventa il 14esimo principe di Monaco. E’ a questo punto che Alberto comincia a farsi conoscere e apprezzare non solo tra i monegaschi ma anche sulla scena internazionale. In primo luogo per quella che diventa per lui una missione: la difesa dell’ambiente.

Sul fronte interno, i monegaschi lo sentono vicino, ansioso di tenere alti i colori del principato. D’altra parte Alberto non si risparmia per tentare di correggere l’etichetta di paradiso fiscale associata a Monaco, anche se i suoi sforzi sortiscono esiti discutibili.

La sua indole sportiva lo spinge a partecipare alla Paris Dakar e anche, per cinque edizioni, ai Giochi olimpici nella nazionale di bob. Si cimenta con le arti marziali, l’atletica, lo sci. Nel 2006, crea una fondazione per la protezione dell’ambiente e, nello stesso anno, guida una spedizione al Polo Nord per attirare l’attenzione sui mutamenti climatici.

Naturale quindi che sposasse una sportiva. Conosce Charlene nel 2000, ma non è un colpo di fulmine. Tre anni dopo ha un figlio da una relazione con una hostess. E’ solo nel 2006 che ufficializza il legame con Charlene. E da allora fa sul serio.