ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Droga: oppiacei in calo, ma nuove minacce da cocaina e droghe sintetiche

Lettura in corso:

Droga: oppiacei in calo, ma nuove minacce da cocaina e droghe sintetiche

Dimensioni di testo Aa Aa

Luci e ombre nel rapporto delle Nazioni Unite sulle droghe nel mondo. Nel 2010, vi si legge, una malattia ha colpito le piante di oppio in Afghanistan, riducendo drasticamente la produzione nel principale Paese esportatore di droga. Ma la produzione è nettamente aumentata in Birmania, seconda potenza globale per gli oppiacei. Oltre 150 milioni di persone hanno consumato qualche droga lo scorso anno, e si stima che 200.000 persone muiano ogni anno per malattie legate al consumo di droga.

“Il modo per ridurre i decessi da consumo di droghe consiste nell’offrire a tutti i consumatori di droga le cure necessarie, perché si tratta di persone malate”

Il consumo di eroina si è stabilizzato in Europa, ma è fortemente cresciuto in Africa e Sud America. Mentre la cocaina, che rallenta negli Stati Uniti, si ritaglia nuove fette di mercato nel vecchio continente:

“Penso che sia soprattutto cresciuto il consumo di cocaina tra i giovanissimi, non è più la droga per le cene della middlle class, oggi è meno cara e più facile da trovare rispetto all’Ecstasy negli anni ’80 e ’90, soprattutto in Spagna, Regno Unito e Italia, penso siano i Paesi che ne usano di più”

Nuovi mercati, e nuove emergenze: stimolanti e droghe sintetiche confermano una forte crescita, e a questo si aggiunge l’abuso di medicinali, usati in modo non appropriato. Farmaci che possono creare la stessa dipendenza e le stesse conseguenze letali delle droghe tradizionali. E sono molto più difficili da controllare.