ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Coelho: Il Portogallo non sarà la nuova Grecia

Lettura in corso:

Coelho: Il Portogallo non sarà la nuova Grecia

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Primo Ministro portoghese Pedro Passos Coelho, fresco di nomina, ha voluto rassicurare i partner europei a Bruxelles. A maggio l’Europa ha deciso di stanziare 78 miliardi di euro di aiuti per il Portogallo, ma il paese prima dovrà adottare le riforme richieste dalla comunità internazionale.

Pedro Passos Coelho: “Non ci riposeremo fino a quando non potremo ricambiare la fiducia che ci è stata data. Voglio assicurarvi che faremo tutto quello che è in nostro potere, insieme alla Commissione, alla Banca Centrale europea e al Fondo Monetario Internazionale, affinche il programma di austerità del Portogallo sia un successo”

Un ottimismo che non è condiviso dagli esperti, il Portogallo dovrà attuare un programma draconiano di riforme sociali e di privatizzazioni, resta da vedere come reagiranno i mercati.

Daniel Gros, economista, del Centre for European Policy Studies:

“C‘è sempre un rischio di contagio a causa di mercati finanziari. In Grecia la popolazione si è rivoltata contro l’austerità e questo potrebbe succedere anche in Portogallo, in Spagna e in altri paesi. E’ inevitabile…e i leader europei non possono fare molto….”

Anche per le strade del Belgio, a rischio a causa del pesante debito pubblico, la gente si preoccupa del contagio crisi…

“La Grecia fa parte dell’Europa e quindi ne soffriamo tutti” – dice una passante. “E’ un problema europeo. La situazione greca è solo un’anteprima di quello che puo’ succedere altrove” aggiunge un’altra

Maria Barradas, euronews:

Contagio è la parola piu’ usata nei palazzi del potere. Ma si direbbe che il debito greco è il pericoloso batterio del mondo finanziario a cui nessuno vuole esporsi. La verità è che nessuno sa come evitarne la diffusione…