ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia: votata la fiducia, disordini ad Atene

Lettura in corso:

Grecia: votata la fiducia, disordini ad Atene

Dimensioni di testo Aa Aa

Una fiducia dai voti contati: 155 sì, 143 no. Il governo greco di Papandreou ottiene la fiducia dopo il rimpasto. E’ il passo che precede la vera prova del nove per l’esecutivo socialista che entro il 28 giugno dovrà convincere la maggioranza dell’emiciclo a dare appoggio a un nuovo piano d’austerità.

“Questo voto di fiducia è un contratto con i greci” aveva detto il Premier “un contratto su quel che possiamo promettere e anche su quel che non possiamo promettere da parte del governo. Ma è anche un impegno su quel che ciascun cittadino greco può fare per il suo Paese”.

Quello allo studio è un pacchetto da 8 miliardi di euro più un piano di privatizzazzioni da 50 miliardi. Un piano contro il quale la piazza esprime tutta la propria contrarietà e disillusione:

“C‘è un’enorme indignazione” dice un manifestante. “C‘è la disperazione scritta sulle facce delle persone, dappertutto. Significa che non c‘è futuro”.

Sulla piazza Syntagma, davanti al Parlamento, migliaia di persone hanno atteso il voto in tarda serata.

Se il governo riuscirà a mantenere gli impegni la palla passerà all’Eurogruppo che dovrà approvare la quinta tranche di aiuti da 110 miliardi.