ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scuse Nato per l'attacco a Tripoli. Con le vittime civili crescono i dubbi

Lettura in corso:

Scuse Nato per l'attacco a Tripoli. Con le vittime civili crescono i dubbi

Dimensioni di testo Aa Aa

Cresce l’inquietudine in seno alla coalizione internazionale, dopo il bombardamento Nato che a Tripoli avrebbe provocato nove vittime civili, tra cui due bambini.

A tempi che si allungano e costi in aumento, si aggiunge ora il crescente bilancio di vittime collaterali di un intervento sempre più contestato.

La Nato ammette dal canto suo l’errore, esprimendo rammarico per le perdite civili.

“L’obiettivo dell’attacco aereo a Tripoli era un sito missilistico – ha detto il portavoce Mike Bracken – . Le prime ricostruzione dei fatti lasciano pensare che una delle nostre armi non l’abbia però raggiunto a causa di un malfunzionamento tecnico. Un problema che potrebbe aver provocato vittime civili. L’Alleanza Atlantica esprime il proprio dolore per la perdita di vite innocenti”.

I ribelli ribadiscono per ora la fiducia alla Nato, addossando a Tripoli la responsabilità dell’accaduto. Mentre dall’Italia Frattini invoca settembre come limite dei bombardamenti, anche da Unione Europea e Lega Araba si moltiplicano gli appelli a un’urgente soluzione politica.