ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nuovi ordini, compagnie aeree ottimiste

Lettura in corso:

Nuovi ordini, compagnie aeree ottimiste

Dimensioni di testo Aa Aa

Intervista con Richard Aboulafia, Vice Presidente «Analyis» della Teal Group Corporation.

euronews: «Il Paris Air Show è uno degli eventi più importanti sia a livello commerciale, sia a livello industriale e anche per quel che concerne la presentazione di novità nel settore dell’aviazione. Che cosa dobbiamo aspettarci quest’anno?»

Richard Aboulafia: «Ci saranno ordini cospicui; vedremo il progresso tecnico nei programmi chiave e c‘è ottimismo delle compagnie aeree. In pratica, il settore continuerà ad essere ampiamente svincolato dalle tendenze economiche mondiali».

euronews: «I principali costruttori stanno aumentando la produzione dei loro aeromobili; al tempo stesso, pero, la IATA ha previsto una diminuzione dei profitti delle compagnie aeree. Quali sono le prospettive del settore del trasporto aereo?»

Richard Aboulafia: «In questo momento, abbiamo una combinazione molto positiva di numeri di viaggi aerei, i prezzi del petrolio che sono abbastanza alti per incoraggiare le compagnie aeree a utilizzare nuove attrezzature (ma non abbastanza da causare perdite rovinose per le compagnie) e tanti governi, oltre che privati che stanno investendo. Offriamo interessanti opportunità di investimento nei settori delle compagnie e della costruzione di aeromobili. Ma questi numeri stanno iniziando a indebolirsi. Se inizieranno a seguire – anche se lentamente – gli indicatori economici di Stati Uniti ed Europa, allora potremo fronteggiare la crisi aumentando la capacità dei jet di linea».

euronews: «Airbus ha scelto di riprogettare il motore per il suo modello con corridoio singolo, con l’A320neo, in attesa di ulteriori progressi tecnologici per lanciare un nuovo aereo. Ora tutti guardano a Boeing per sapere cosa farà. Qual è la sua sensazione al riguardo?»

Richard Aboulafia: «Airbus ha fatto la cosa giusta. I motori sono davvero l’unica nuova tecnologia che consentirà ai nuovi aerei dalla carlinga piu’ stretta, nei prossimi 5-10 anni, di avere successo e le compagnie aeree sono desiderose di poterli utilizzare. Ho il forte sospetto Boeing dovrà rispondere con una sostituzione dei motori dei 737. Boeing dovrebbe accellerare questo programma. L’unica cosa da non fare, secondo me, sarebbe quella di forzare i tempi a causa di qualche perdita di mercato».

euronews: «In tutto il mondo, i passeggeri delle linee aeree hanno avuto, negli ultimi anni, sempre maggiori opportunità di volare a costi ragionevoli. Pensa che questa tendenza continuerà?»

Richard Aboulafia: «Purtroppo, la grande opportunità di abbattere i costi del mercato dell’aria che abbiamo avuto con l’avvento dei vettori low cost (alla quale hanno dovuto rispondere anche le compagnie tradizionali) è stato un evento unico. E’ successo negli Stati Uniti e in Europa.

La buona notizia è che ora questo mercato si sta muovendo anche in Asia. Avremo cosi’ almeno altri 5-10 anni di forte crescita in Asia, con sempre crescente numero persone che avranno acesso a tariffe scontate. Ma dopo l’effetto una-tantum, i viaggi aerei torneranno a essere strettamente legati alla crescita economica».