ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Marocco: referendum sulla costituzione il 1 luglio

Lettura in corso:

Marocco: referendum sulla costituzione il 1 luglio

Dimensioni di testo Aa Aa

Il re del Marocco, Mohammed VI, ha annunciato i contenuti della nuova costituzione. Un testo che ridimensiona il ruolo del sovrano e assegna un vero potere al governo.

La persona del re non sarà piú definita sacra, in senso religioso. Inoltre la lingua amazigh (il berbero), parlata da gran parte della popolazione, diventerà lingua ufficiale, assieme all’arabo.

“Si è concordato – ha sottolineato Mohammed VI – che, in base alla costituzione, il premier diventi capo del governo e che il potere esecutivo sia espressione del partito politico che avrà ottenuto la maggioranza nelle elezioni parlamentari a scrutinio diretto.”

“Il mio popolo mi troverà in prima linea per l’applicazione di questo progetto costituzionale che rafforzerà le fondamenta di una monarchia costituzionale parlamentare dopo che la gente l’avrà approvata nel referendum del primo luglio”.

L’obiettivo è chiaramente rispondere alle richiesta della piazza. Ma basterà ad evitare che la ‘‘primavera araba’‘ si trasformi in rivolta anche in Marocco? Molti continueranno a dare battaglia. In particolare, i giovani del movimento “20 febbraio”.