ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I marocchini festeggiano dopo il discorso del re sulla nuova costituzione

Lettura in corso:

I marocchini festeggiano dopo il discorso del re sulla nuova costituzione

Dimensioni di testo Aa Aa

Scene di giubilo in Marocco dopo il discorso del re Mohammed VI sulla nuova costituzione. Nella capitale Rabat migliaia di persone sono scese in piazza a festeggiare, in attesa del referendum del primo luglio che consentirà di istituire un sistema a monarchia costituzionale:

“Quello del re è stato un discorso storico ed entusiasmante – dice un manifestante – Il re sta riformando il paese e noi siamo con lui”.

Fra i principali cambiamenti un maggiore peso politico per il primo ministro e per il parlamento, mentre il sovrano resterà capo dello stato e anche capo dei credenti. Il berbero, parlato dalla maggior parte dei sudditi, assume il rango di lingua ufficiale accanto all’arabo:

“Sì alla costituzione che equipara il berbero all’arabo – esclama una donna – sì alla costituzione berbera!”

Nel suo discorso di ieri Mohamed VI, che è al potere da 12 anni, ha fatto allusione a se stesso come a un re cittadino:

“Con la nuova costituzione il primo ministro diventerà il capo del governo e il potere esecutivo spetterà al partito che avrà ottenuto la maggioranza dei voti per via elettorale”.

Il movimento di opposizione detto del 20 febbraio, invece, non è soddisfatto delle riforme e mantiene l’appello per una manifestazione nazionale di protesta domani. Secondo il movimento la nuova costituzione non garantirà una reale separazione fra i poteri dello stato. Gli oppositori giudicano inquietante anche il rafforzamento del ruolo di leader religioso del monarca.