ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nozze di Monaco, chiacchierata con i futuri sposi

Lettura in corso:

Nozze di Monaco, chiacchierata con i futuri sposi

Dimensioni di testo Aa Aa

Il piccolo principato di Monaco si prepara a una grande occasione. Il primo e il due luglio il principe Alberto e Charlene Wittstock si uniranno in matrimonio, prima il rito civile seguito da quello religioso il giorno successivo. Euronews ha parlato con i futuri sposi a pochi giorni dalle nozze.

Isabelle Kumar, euronews:

“Alberto II, Charlene Wittstock, manca poco ormai, i preparativi per il matrimonio sono alla fine, nonostante lo stress che credo stiate vivendo in questi giorni, mi sembrate entrambi incredibilmente calmi e sereni”.

Principe Alberto di Monaco:

“Dipende dai nostri caratteri, dalle nostre personalità. Credo che non siamo angosciati o agitati a causa dei preparativi. E’ una grande occasione e occorre molto lavoro, è stato fatto molto lavoro. Ci sono stati momenti un po’ difficili ma li abbiamo superati. Potrete vedere non solo il palazzo, ma Monaco, trasformarsi nei prossimi giorni”.

Charlene Wittstock:

“Per ora tutto è nei programmi, tutto sta andando come previsto. Non ci sono stati contrattempi per quanto riguarda i preparativi”.

Principe Alberto di Monaco:

“Restano solo piccoli dettagli organizzativi, che non riguardano assolutamente la cerimonia, ma solo dettagli di tipo logistico”.

euronews:

“E’ un grande evento, ma avete potuto aggiungere un tocco personale?”

Principe Alberto di Monaco:

“Abbiamo deciso assieme le linee generali”.

Wittstock:

“E’ stata una joint venture!”

Principe Alberto di Monaco:

“E poi ovviamente Charlene che è una donna di gran gusto è stata più impegnata di me negli addobbi e alcuni dettagli da quel punto di vista”.

euronews:

“Quali dettagli ha aggiunto?”

Wittstock:

“Oh, vedrete. Non voglio svelarvi troppe cose adesso. Sarà una sorpresa. Il matrimonio dovrebbe essere talmente bello da non poter vedere ciò che lo rende tale”.

euronews:

“E’ una favola, un sogno per alcune ragazze, quello di diventare principessa. A volte forse lei dopo le nozze si chiederà: è tutto vero? non riesco a crederci!”

Wittstock:

“Per ora non ho avuto modo di pensarci, vedo la corte completamente diversa da prima, è piena

di persone impegnate nei preparativi. Sarà un grande evento. Continuo a fare tranquillamente quello che devo fare”.

euronews:

“Principe, ce ne è voluto di tempo per trovare la donna dei sogni. Deve ritenere quasi incredibile aver trovato la persona con cui passare il resto della vita”.

Principe Alberto di Monaco:

“No, non devo darmi un pizzicotto per svegliarmi dal sogno, ma comunque sono molto entusiasmato e lieto che Charlene e io passeremo perlomeno un lungo periodo assieme e mi auguro che sia il più lungo possibile. Ognuno ha i suoi tempi e ognuno ha il suo percorso di vita, il suo modo di fare le cose. La mia strada è stata un po’ più lunga. Ma non ci sono limiti di età per sposarsi, è una decisione personale, ed è stata una decisione presa di comune accordo”.

euronews:

“Lei sta entrando a far parte di una famiglia molto famosa, come si sente?”

Wittstock:

“Ho molto rispetto per il Paese e per l’eredità di Alberto. Ho sempre detto che non avrei vestito i panni di un’altra, ho sempre seguito la mia strada, ho gareggiato come nuotatrice. Credo che il tempo ci dirà”.

euronews:

“Lo sport è un elemento importante della vostra relazione, quali sono gli altri ingredienti magici? Cosa la fa emozionare quando pensa alla sua futura consorte?”

Principe Alberto di Monaco:

“E’ così generosa nel dedicare tempo agli altri, aiuta gli altri, specialmente i bambini e in particolare i bambini disabili. E’ stata nominata ambasciatrice della Special Olympics, una grande organizzazione con grandi obiettivi e sono sicuro che adempirà questa missione con grande passione e cuore”.

euronews:

“Charlene Wittstock cosa l’emoziona pensando a suo marito?”

Principe Alberto di Monaco:

“Mi tapperò le orecchie, non voglio ascoltare…”

Wittstock:

“E’ una persona estremamente premurosa, affettuosa, divertente, penso che se non avesse funzionato tra noi saremmo rimasti grandi amici e in effetti è uno dei miei migliori amici. E’ qualcuno su cui posso contare e che mi dà la sua opinione nel modo più onesto, cosa posso dire di più, è proprio qui!”