ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mosca e Pechino: "No a ingerenze straniere nelle crisi in atto nel mondo arabo"

Lettura in corso:

Mosca e Pechino: "No a ingerenze straniere nelle crisi in atto nel mondo arabo"

Dimensioni di testo Aa Aa

Politica internazionale ed economia, al centro dei colloqui a Mosca tra il primo ministro cinese Hu Jintao e il presidente russo Dmitri Medvedev.

I due leader si sono trovati daccordo nell’affermare il diritto dell’Iran a sviluppare un proprio programma per il nucleare civile, e hanno definito “preoccupante” la situazione di conflitto in Libia. Una situazione, dicono in un comunicato congiunto, per cui serve una “stretta aderenza” della missione militare al testo della risoluzione Onu che la legittima.

Sull’ondata di rivolte nel mondo arabo Jintao e Medvedev hanno ribadito il loro no ad ingerenze straniere in situazioni difficili come quella in atto in Siria. “I conflitti come quelli a cui assistiamo in queste settimane dovrebbero venire risolti con mezzi pacifici”, hanno detto.

Centrale nei colloqui russo-cinesi anche il tema delle risorse energetiche, sul quale si registra qualche difficoltà a stringere un accordo per l’importazione in Cina di gas russo.