ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cile: la fumata del Puyehe, imprevedibile - aerei fermi in Australia

Lettura in corso:

Cile: la fumata del Puyehe, imprevedibile - aerei fermi in Australia

Dimensioni di testo Aa Aa

Potrebbe durare ancora mesi: l’eruzione del Puyehue disperde in cielo ogni giorno tonnellate di ceneri sottili, e non accenna a rallentare.
Il vulcano cileno si è risvegliato il 4 giugno, dopo decenni di silenzio.    È uno degli oltre 200 vulcani del Cile, il Paese con la maggior cordigliera vulcanica dopo l’Indonesia.
Molti voli sono stati cancellati in questi giorni, ma il vento ha consentito una parziale ripresa del traffico aereo nell’America latina.   La nube di cenere si è però spostata ad ovest, perturbando i voli in Oceania.  Non è ancora un caos comparabile a quello registrato in Europa l’anno scorso, con l’eruzione del vulcano islandese: molti collegamenti possono ancora essere effettuati, ma il problema è che non si sa quanto durerà: la colonna di cenere del Puyehue in questi giorni è alta nove chilometri, e si teme che cresca ancora.