ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Nato: "Se la crisi in Libia continua a lungo, la situazione potrebbe diventare critica"

Lettura in corso:

La Nato: "Se la crisi in Libia continua a lungo, la situazione potrebbe diventare critica"

Dimensioni di testo Aa Aa

La Nato reputa sufficienti le forze schierate attualmente in Libia e non prevede di rafforzarle in questa fase. Ma se le operazioni dovessero continuare a lungo, il quadro potrebbe diventare critico.

Lo ha detto a Belgrado, in Serbia, il comandante dell’Alleanza atlantica generale Stéphane Abrial:

“La crisi in Libia credo abbia sorpreso tutti noi. La stiamo affrontando e stiamo conducendo le operazioni con ogni mezzo disponibile, facendo del nostro meglio. Se le operazioni dovessero andare per le lunghe, naturalmente la questione delle risorse diverrebbe critica”.

Sul terreno continua il braccio di ferro tra le forze rimaste fedeli al regime di Gheddafi e i ribelli. Questi ultimi hanno preso il controllo della città di Kikla, a 150 chilometri dalla capitale, ma sono costretti a rallentare la loro marcia verso Tripoli, a causa dei bombardamenti dell’esercito sugli impianti petroliferi di Misurata che impediscono loro i rifornimenti.

Mentre Gheddafi rimane sempre più isolato, da Mosca trapelano indiscrezioni sulla visita del presidente della federazione internazionale di scacchi, Illiuminov, al rais. Secondo fonti vicine alla presidenza russa Illiuminov avrebbe esposto al colonnello la posizione del Cremlino sulla crisi in Libia.