ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna: gli indignados lasciano l'accampamento, ma non si arrendono

Lettura in corso:

Spagna: gli indignados lasciano l'accampamento, ma non si arrendono

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli indignados lasciano Puerta del Sol di Madrid, dopo averla occupata per 25 giorni e salutano con una lunga manifestazione per le strade della capitale.

Da adesso, come deciso dai manifestanti stessi in una assemblea fiume l’8 giugno scorso, le proteste si organizzeranno in accampamenti itineranti per evitare problemi di delinquenza nottura e episodi si violenza.

“Almeno vedono che non siamo d’accordo con la situazione e tutta questa gente sa che un’altra forma di organizzazione è possibile. Per questo stiamo lottando”, dice Miguel, uno dei manifestanti. E lo stesso fa Maria, un’altra donna scesa in piazza per farsi sentire:

“Io credo che già il fatto di essere scesi in strada e di non lasciare in pace i nostri dirigenti sia un bel risultato. Per questo siamo qui a farci sentire”.

Poco dopo la mezzanotte di ieri più di mille persone hanno bloccato la Gran Via marciando pacifiamente verso il parlamento spagnolo tra i cori contro il sitema politico e quello finanziario iberico.

Poi per un minuto, un applauso silenzioso di saluto al loro accampamento in cui hanno vissuto dal 15 maggio scorso, davanti a uncordone di polizia disposto a protezione del parlamento.