ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria, diecimila profughi nelle tendopoli in Turchia

Lettura in corso:

Siria, diecimila profughi nelle tendopoli in Turchia

Dimensioni di testo Aa Aa

Hezbollah smentisce la sua presunta partecipazione alle azioni militari in corso in Siria e le definisce ‘‘voci diffuse per seminare tensioni interconfessionali’‘.

Intanto si fa sempre più critica la situazione al confine con la Turchia, dove continuano ad arrivare migliaia di profughi in fuga dalla repressione ed emergono le prime testimonianze dirette di chi è riuscito a mettersi in salvo.

“Sono un soldato dell’esercito e questa è la mia carta da coscritto. Due mesi fa ci hanno mandati in due sobborghi di Damasco dove donne e vecchi inneggiavano alla libertà. C’erano anche iraniani ed Hezbollah che ci hanno dato ordine di sparare e i soldati che non obbedivano erano uccisi”, ha dichiarato alla tv turca Tharwat Arafat Haidar.

“Noi non eravamo violenti, ma ci hanno sparato fin nelle case. Allora siamo scappati anche a piedi nudi e abbandonando tutto”, dice una donna che preferisce rimanere anonima.

Sarebbero circa 4mila i siriani che hanno già oltrepassato il confine con la Turchia e diecimila quelli che sono stati accolti nelle tendopoli che continuano a essere allestite.

Gli Stati Uniti hanno accusato Damasco di essere responsabile di una crisi umanitaria.