ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: esercito spara al nord, fuga verso la Turchia

Lettura in corso:

Siria: esercito spara al nord, fuga verso la Turchia

Dimensioni di testo Aa Aa

L’esercito siriano, appoggiato da diversi elicotteri, ha sparato sui manifestanti scesi nuovamente in piazza contro il presidente Bashar al Assad, nel tredicesimo venerdì di una protesta costata finora più di 1200 morti e 10 mila arresti.

Le vittime ora sarebbero una trentina, una repressione particolarmente violenta nel nord, a Maaret al Nouman. È la risposta del regime alla strage di poliziotti avvenuta nella stessa zona, a Jisr al Chougour. Ma per l’opposizione, gli agenti sono morti perché si rifiutavano di sparare sulla folla.

Un pugno di ferro condannato anche dalla Turchia, alleato di sempre ora alle prese con l’emergenza rifugiati. Sono più di 4300 i siriani in fuga accolti in tre campi appositamente predisposti alla frontiera.

Al vaglio dell’Onu, una risoluzione contro Damasco che avverte: così aprite le porte ai terroristi.