ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I siriani tornano in piazza, ma è emergenza profughi

Lettura in corso:

I siriani tornano in piazza, ma è emergenza profughi

Dimensioni di testo Aa Aa

Decine di migliaia di siriani sono tornati in piazza in quasi tutte le località del Paese, comprese Damasco e Aleppo.
Attivisti e testimoni parlano di almeno 23 civili caduti.
 
Intensi bombardamenti con artiglieria e carri armati hanno colpito la cittadina di Jisr al Shughur, ridotta a una città fantasma dopo la fuga di migliaia di abitanti.
 
Ma è anche a Maarat al Numaan che si è accanita la repressione del regime. Testimoni raccontano di aver visto intervenire per la prima volta gli elicotteri da combattimento che hanno fatto fuoco per disperdere la folla.
 
Intanto aumenta il numero di profughi accolti in Turchia: sono quasi 4mila. La Mezzaluna rossa sta allestendo una terza tendopoli ad Altinozu, nella stessa provincia dove sorge il campo principale di Yayladagi.
 
Il primo ministro Recep Tayyp Erdogan ha  condannato per la prima volta il regime siriano.