ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Corte Penale Internazionale accusa Gheddafi di aver ordinato stupri di massa

Lettura in corso:

La Corte Penale Internazionale accusa Gheddafi di aver ordinato stupri di massa

Dimensioni di testo Aa Aa

La procura della Corte penale internazionale accusa il colonnello Muhammar Gheddafi di aver ordinato stupri di massa alle sue truppe, e di aver distribuito loro, per l’occasione, prodotti chimici sessualmente stimolanti.
 
Lo sostiene il magistrato argentino Luis Moreno Ocampo, che non esclude nuovi capi di imputazione per il leader libico.
 
“L’acquisto di grandi quantità di prodotti tipo Viagra mostra questa tendenza. Avrebbero comprato container di questi prodotti in vista della possibilità di rapire donne. Stiamo raccogliendo le informazioni che nel dettaglio confermano la strategia”.
 
A parlare per prima di stupri come arma di guerra fu a marzo scorso una donna di Bengasi, Imane Obeidi, arrestata da agenti della polizia libica mentre cercava di denunciare la sua vicenda ai giornalisti stranieri, e poi rilasciata.
 
La donna, che aveva accusato 15 soldati di averla stuprata, si trova ora in un campo dell’Onu in Romania, dopo essere stata in Italia, Tunisia e Qatar, da dove è stata espulsa.