ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Brasile dice no all'estradizione di Battisti, è già libero

Lettura in corso:

Brasile dice no all'estradizione di Battisti, è già libero

Dimensioni di testo Aa Aa

Cesare Battisti è uscito dal carcere di Brasilia. La Corte Suprema brasiliana ha scarcerato l’ex membro dei Proletari armati per il comunismo, negando l’estradizione verso l’Italia.

Al termine dell’udienza, l’avvocato dell’omicida, Luis Sergio Barroso, ha delineato le prossime tappe per consentire la sua permanenza in Brasile: “Siamo stati convocati per domani dal ministero della Giustizia e dal Consiglio Nazionale per l’Immigrazione per ottenere il visto permanente, perché questo è implicito nella decisione del Presidente della Repubblica. Non estradarlo in Italia significa che può rimanere in Brasile”.

“L’Italia si attiverà per assicurare il rispetto degli accordi internazionali”, è stata la reazione del premier Berlusconi. La Farnesina fa sapere che si rivolgerà al tribunale penale internazionale de L’Aja.

Nel 2010 la Corte Suprema autorizzò l’estradizione di Battisti lasciando però la decisione ultima nelle mani dell’allora presidente Lula che, nell’ultimo giorno del suo mandato decise per il no all’estradizione.

Battisti è stato condannato all’ergastolo per quattro omicidi, rapine e sequestro di persona.