ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria, continua l'esodo rifugiati verso la Turchia

Lettura in corso:

Siria, continua l'esodo rifugiati verso la Turchia

Dimensioni di testo Aa Aa

Continua l’esodo di rifugiati siriani verso la Turchia. In 350 hanno varcato la frontiera da martedì notte, temendo l’arrivo dell’esercito.

Uomini, donne e bambini sono stati alloggiati in un campo gestito dalla mezzaluna rossa. I rifugiati accusano i media siriani di mentire su quanto sta avvenendo nei pressi di Jisr al Shughour, dove, secondo la versione diffusa dal regime di Damasco, 120 agenti di polizia sarebbero stati uccisi lunedì da non meglio precisati gruppi armati.

Il premier turco Erdogan non ha nascosto i suoi timori per un afflusso massiccio di rifugiati dalla Siria, ma ha assicurato che “chiudere le frontiere, in questo momento, è fuori questione” e ha rivolto al governo siriano un appello alla moderazione.

Damasco ha inviato l’esercito a Jisr al Shughour con il compito di trovare e neutralizzare i presunti responsabili dell’eccidio degli agenti di sicurezza.

“Ce ne andiamo, qui non resta più nessuno”, sostiene un abitante, che aggiunge: “l’arrivo dell’esercito in città non farà che peggiorare le cose. Abbiamo tutti paura e preferiamo partire”.

Questi video amatoriali apparsi su Internet mostrano infatti una città deserta. Segno che l’esodo verso la Turchia è destinato a continuare.