ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Germania chieda una ristrutturazione del debito greco

Lettura in corso:

La Germania chieda una ristrutturazione del debito greco

Dimensioni di testo Aa Aa

La Germania detta la linea sulla crisi greca. Una linea in aperto contrasto con quella della Bce, contraria a qualsiasi forma di ristrutturazione che avrebbe un impatto notevole anche per il suo stesso bilancio. Il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schauble ha scritto una lettera al presidente della Bce Jean-Claude Trichet e ai ministri finanziari Ue per dare indicazioni sull’attuazione del secondo pacchetto di aiuti finanziari alla Grecia.

Una posizione che trova d’accordo quest’analista secondo cui il forte debito impedisce alla Grecia di camminare sulle proprie gambe.

Schauble chiede a Bce e a Ue che la scadenza dei titoli di stato della Grecia venda allungata di sette anni per permettere al governo di Atente di avere il tempo necessario per riformare la propria economia, far ripartire il paese e, in definitiva, ripagare il debito. I creditori privati, poi, scrive ancora il ministro tedesco, «devono contribuire in modo sostanziale» al secondo piano di aiuti per la Grecia appena approvato.