ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Yemen: si combatte a sud, incerto il ritorno di Saleh

Lettura in corso:

Yemen: si combatte a sud, incerto il ritorno di Saleh

Dimensioni di testo Aa Aa

Il fronte della rivolta yemenita e dei combattimenti contro la Guardia repubblicana fedele al regime di Ali Abullah Saleh si è spostato a sud.

L’opposizione armata e i capi tribali annunciano la conquista di Taiz, seconda città del paese a 270 chilometri dalla capitale Sanaa.

Dal canto loro, i militari dicono di aver strappato il controllo di Zinjibar, sulla costa, agli integralisti islamici, uccidendo 30 uomini di al Qaida.

Resta incerto intanto il destino del presidente Saleh, operato a Riad per le ferite riportate nel recente attentato al palazzo presidenziale. Avrebbe ustioni sul quaranta per cento del corpo e un polmone collassato.

Contro un suo possibile ritorno nel paese e al potere gli yemeniti sono scesi di nuovo in piazza oggi a Sanaa.

Chiedono una transizione immediata, caldeggiata anche dall’estero, mentre Londra ha predisposto una missione militare di valutazione.