ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tensione e rabbia in Siria ai funerali di alcune delle vittime del fuoco israeliano sul Golan

Lettura in corso:

Tensione e rabbia in Siria ai funerali di alcune delle vittime del fuoco israeliano sul Golan

Dimensioni di testo Aa Aa

Si sono svolti in un clima di rabbia e di tensione, in Siria, i funerali di alcune delle 23 persone uccise dai militari israeliani nelle alture del Golan. Lo stato ebraico contesta le cifre fornite dai siriani, e le definisce esagerate. Per Damasco e molti altri paesi, invece, esagerata è stata la reazione israeliana.

Teatro degli scontri le alture del Golan, un lembo di terra siriana che Israele ha occupato nel 1967, assieme alla Cisgiordania e alla Striscia di Gaza; una occupazione che la comunità internazionale non riconosce. Nonostante ciò, per i fatti di ieri, il governo israeliano potrebbe presentare una denuncia alle Nazioni Unite contro Damasco.

E la tensione resta alta sulla zona cuscinetto, dove anche oggi qualche centinaio di persone ha cercato di manifestare. Rinforzate lungo tutta la frontiera le posizioni di Tsahal, sono aumentate di numero anche le pattuglie dislocate sul terreno.

La protesta di domenica era stata ispirata dal 44. anniversario della Naksa, come gli arabi definiscono la sconfitta militare nella guerra dei sei giorni, del 1967.