ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Portogallo: cambia il governo ma resta l'austerity

Lettura in corso:

Portogallo: cambia il governo ma resta l'austerity

Dimensioni di testo Aa Aa

Cambia la scena politica a Lisbona, con i socialisti fuori gioco e il centro destra al potere.

Ma per i portoghesi il programma non cambia: tocca mandare giù il boccone amaro della politica di rigore imposta da Europa e Fmi.

“Ho appena letto il giornale”, dice un’elettrice, “ e penso che era quello che speravamo. Poco importa chi ha vinto, tanto l’accordo con la troika è già stato fatto e le misure principali sono già state decise”.

Un fatalismo evidenziato da un’astensione ai massimi storici, in un paese che registra la disoccupazione più alta dell’ultimo trentennio: “Spero che ci sia una maggioranza più larga fatta dai partiti che hanno firmato l’accordo con la troika”, auspica un altro portoghese, “Perché il problema principale di cui soffre ora il Portogallo è il lavoro”.

“Qui a Lisbona mai come oggi il sentimento della gente è quello della Saudade, quel miscuglio di nostalgia e rassegnazione per un Portogallo stritolato dai debiti e sull’orlo del baratro finanziario”, commenta da Lisbona Annibale Fracasso di euronews, “E sono pochi quelli che credono che il paese riuscirà a salvarsi”.