ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Yemen, nuovi scontri ma Sanaa celebra fine regime

Lettura in corso:

Yemen, nuovi scontri ma Sanaa celebra fine regime

Dimensioni di testo Aa Aa

Almeno due vittime e una quindicina di feriti a Sanaa, capitale dello Yemen, dove sono ripresi gli scontri a fuoco tra le forze fedeli al presidente Saleh e quelle che lo vorrebbero rovesciare.

Un attacco con mortai e granate sarebbe stato lanciato contro una struttura utilizzata da Ali Mohsen al Ahmar, generale dell’esercito passato nelle file dell’opposizione.

Cinque vittime sono state segnalate anche a Taiz, duecento chilometri e sud di Sanaa, centro della contestazione contro il presidente yemenita.

Ali Abdullah Saleh si trova da ieri in Arabia Saudita, ufficialmente per ricevere cure mediche dopo essere stato ferito sabato, insieme ai vertici del suo governo, durante il bombardamento della residenza presidenziale.

In mattinata, a Sanaa, alcune migliaia di persone sono scese in strada a festeggiare la sua partenza, salutata come la fine di un regime che si è retto per più di trent’anni. Tuttavia, sulle intenzioni di Saleh e dei suoi figli, che occupano posizioni di comando in seno all’esercito e ai servizi segreti, ogni ipotesi resta ancora aperta.