ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

E.Coli: vittime in aumento, sospetti sui germogli di soia

Lettura in corso:

E.Coli: vittime in aumento, sospetti sui germogli di soia

Dimensioni di testo Aa Aa

Escherichia Coli: dopo cetrioli spagnoli e biogas, è sui germogli di legumi, in primis quelli di soia, che ora si concentrano i sospetti.

Sarebbero la fonte del focolaio epidemico costato finora 22 morti, 21 dei quali in Germania, e più di 2200 contagiati.

Attesi a breve i risultati batteriologici effettuati in un’azienda di Uelzen, nella Bassa Sassonia, che produce 18 tipi di germogli ed è già stata chiusa dalle autorità: “Il quadro degli scambi commerciali”, ha dichiarato il ministro regionale dell’agricoltura, Gert Lindemann, “mostra a più riprese il legame tra questo produttore e i malati”.

Intanto il ministro tedesco della sanità Daniel Bahr ha fatto visita alla clinica universitaria di Amburgo, città epicentro dell’epidemia. E agli ospedali del nord in tilt ha promesso di mettere a disposizione altre strutture a livello nazionale.

Mercoledì a Berlino il vertice di crisi delle autorità che invitano a non consumare germogli e verdure crudi.