ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria, oltre 60 morti dopo le proteste di venerdì

Lettura in corso:

Siria, oltre 60 morti dopo le proteste di venerdì

Dimensioni di testo Aa Aa

Nuovo bagno di sangue in Siria. Sarebbero almeno 63 i morti nel dodicesimo venerdì consecutivo di proteste contro il regime del presidente Bashar Al Assad. Le forze di sicurezza hanno aperto il fuoco contro migliaia di manifestanti che hanno sfilato nelle vie di Hama dopo le preghiere del mattino. Testimoni e attivisti per i diritti umani denunciano la presenza di cecchini appostati sui tetti che avrebbero sparato sulla folla, seminando il terrore.

A metà strada tra Damasco e Aleppo, Hama è già stata teatro, 29 anni fa, di un eccidio commesso dal padre dell’attuale presidente, che schiacciò la rivolta armata di un gruppo islamico, uccidendo trentamila persone.

Morti e feriti sono stati segnalati anche in vari sobborghi di Damasco, dove già si sono svolti i funerali di alcune delle vittime. Il regime siriano continua ad attribuire le violenze a imprecisati gruppi armati, sostenuti da potenze straniere.