ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

E.coli, la Germania cerca la fonte dell'epidemia

Lettura in corso:

E.coli, la Germania cerca la fonte dell'epidemia

Dimensioni di testo Aa Aa

Cavoli, pomodori, lattuga, la verdura cruda non è mai apparsa meno invitante nella Germania settentrionale, dove si è diffusa l’epidemia di Escherichia Coli che ha già fatto 19 vittime nel paese e diffuso il panico all’estero.

Agricoltori e commercianti fanno i conti con il crollo delle vendite: “Siamo nella stagione in cui la verdura è più buona e matura: insalata, prezzemolo, ravanelli, sono tutti prodotti da mangiare crudi, ma ora non li vuole nessuno e restano a marcire”.

Nonostante il cetriolo sia stato ormai scagionato, il suo destino per il momento è segnato. La priorità è ricercare la fonte dell’epidemia. Nel frattempo, le autorità sanitarie raccomandano di lavare accuratamente la verdura prima di consumarla, per evitare il rischio di contagio.

L’Organizzazione mondiale della sanità ammette che la percentuale di casi in cui si sono manifestate gravi complicanze è insolitamente elevata: “In genere accade con bambini e anziani, molto più raramente con gli adulti”.

Il ceppo del batterio è una forma mutante, estremamente aggressiva. Molti pazienti sono stati ricoverati in terapia intensiva, alcuni in dialisi. La lista dei Paesi interessati si allunga, ormai sono almeno dodici.