ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia, 28000 evacuati per incendio in un arsenale

Lettura in corso:

Russia, 28000 evacuati per incendio in un arsenale

Dimensioni di testo Aa Aa

Un incendio scoppiato in un deposito di armi e munizioni ha costretto a evacuare 28mila persone nella Russia centrale.

Le autorità regionali hanno confermato due decessi per crisi cardiache e una cinquantina di feriti, venti dei quali ricoverati con ustioni.

L’incendio, nei pressi di Izhevsk, è il secondo in poco più di una settimana: il 26 maggio era andato in fiamme un arsenale militare nella città di Ufa.

“Le testate dei missili non sono esplose”, assicura il vice ministro della difesa, precisando che a proteggerle ci sono pareti di cemento spesse 60 centimetri.

Per contenere le fiamme sono impiegati aerei ed elicotteri, ma le esplosioni rendono difficile il compito dei vigili del fuoco: “Non possiamo entrare prima che tutte le granate non siano esplose. Per il momento hanno inviato dei robot. Quando siamo arrivati, le fiamme erano enormi e le esplosioni molto potenti”.

Il cattivo stato delle infrastrutture e il mancato rispetto delle norme di sicurezza sono spesso all’origine di incidenti di questo tipo nei depositi di munizioni in Russia.