ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il batterio killer dell'agricoltura

Lettura in corso:

Il batterio killer dell'agricoltura

Dimensioni di testo Aa Aa

L’agricoltura europea in ginochio. E’ l’effetto del batterio killer che ha dato una batosta fenomenale all’appettito dei consumatori per le verdure fresche di stagione. Una crisi iniziata con il cetrolio spagnolo importato in Germania per poi rivelarsi un falso, ma il danno é ormai fatto. Come sottolinea questo commerciante spagnolo la gente non compra piu’ ninete: in piena stagione dei cetrolio ssono tutti invenduti e dire chil cetrolio é un elemento indispensabile per il gazpacho.

La paura del contagio fa perde cosi milioni di euro ai produttori non solo di centrioli, ma anche di insalata e di pomodori.

A guidare la classifica di chi sta perdendo di piu’ é la Spagna con oltre 28 milioni di euro di deficit per i produttori locali, segue la Germia con tre milioni e , ottocentomila euro, davanti all’Italia le cui perdite ammontano per il momento a due milioni e novecentomila euro.

Un quadro che non invita certo all’ottimismo, soprattutto dopo la decisione del governo russo di chidere le frontiere ai legumi provenienti dall’Unione Europea. Una misura giudicata a Bruxelles sproporzionata. Il giro d’affari per i prodotti europei esportati nella grande madre Russsia é intorno ai 3-4 miliardi di euro all’anno.