ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

E.Coli: ancora sconosciuta la fonte dell'infezione

Lettura in corso:

E.Coli: ancora sconosciuta la fonte dell'infezione

Dimensioni di testo Aa Aa

Si brancola nel buio. Nessun test finora è riuscito a risalire alla fonte dell’infezione da E.Coli che in Germania ha causato 16 vittime e in Svezia una. Più di 1500 le persne infettate. Sicuramente comunque il batterio non è stato trasmesso dai cetrioli provenienti dal sud della Spagna.

“Abbiamo sempre dovuto riferire i nostri risultati a tutte le autorità di Germania e Unione Europea – dice il ministro della Salute di Amburgo Cornelia Prüfer-Storcks – e questi cetrioli devono essere ritirati dalla circolazione e se cetrioli infettati dall’E.Coli continuano ad essere prodotti, allora il governo spagnolo deve intervenire”.

Gli agricoltori spagnoli hanno annunciato che intenteranno una causa per danni contro Amburgo, mentre il vicepremier Rubalcaba ha fatto sapere che Madrid chiederà risarcimenti a Bruxelles: “Non andremo a chiedere soldi dall’Unione europea se non saremo sicuri o se non avremo l’ammontare esatto. Non si tratta di chiedere per il gusto di chiedere, si tratta di chiedere ciò che è giusto”.

L’allarme infondato lanciato dalla Germania sui prodotti ortofrutticoli spagnoli ha fatto crollare le loro vendite. A risentirne anche gli agricoltori italiani che hanno già calcolato danni per 20 milioni di euro.