ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Antiproibizionismo: "soluzione contro il crimine organizzato"

Lettura in corso:

Antiproibizionismo: "soluzione contro il crimine organizzato"

Dimensioni di testo Aa Aa

“La guerra alla droga è fallita”. E’ quanto sostiene una commissione internazionale sulla strategie contro il traffico di stupefacenti, riunita a New York.

Il gruppo ha suggerito ai governi di rimpiazzare le politiche proibizioniste per contrastare il crimine organizzato. Richard Branson, fondatore di Virgin, è tra i 19 membri della Commissione:

-“L’Europa, solitamente, ha una visione migliore, e penso che la Commissione vorrebbe che i paesi europei sperimentassero inizialmente con la marijuana, senza criminalizzare l’uso di questa sostanza”.

-“L’Europa in generale ha buone esperienze – sostiene l’ex presidente Colombiano. Le politiche di riduzione del danno hanno avuto globalmente un buon esito. Ci aspettiamo dagli Stati Uniti che esplorino queste possibilità e che prendano in considerazione delle alternative alla politica di totale proibizionismo che si pratica qui”.

Secondo la Commissione, i soldi utilizzati per perseguire piccoli trafficanti e consumatori, potrebbero essere concentrati nella lotta contro il crimine organizzato e la repressione dei produttori.

Anna Bressanin, Euronews:
“Se la guerra alla droga è stata persa, la sfida ora è trovare delle alternative possibili. E per questo gruppo di personalità della politica internazionale e non solo, riunite a New York, la vera battaglia è quella di farsi ascoltare dai governi americani ed europei”.