ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Soffocata dalla crisi la Bielorussia chiede aiuto all'FMI

Lettura in corso:

Soffocata dalla crisi la Bielorussia chiede aiuto all'FMI

Dimensioni di testo Aa Aa

La Bielorussia chiede aiuto al Fondo monetario internazionale per far fronte alla crisi. L’esecutivo intende ottenere tra i tre miliardi e mezzo e gli otto miliardi di dollari, su 3-5 cinque anni.

Il Paese guidato da 17 anni col pugno di ferro da Alexandre Lukashenko è schiacciato dal peso di un enorme deficit commerciale e di un’inflazione alle stelle che quest’anno secondo il governo potrebbe raggiungere il 39 per cento, il rublo bielorusso è stato già svalutato del 56 per cento. La banca centrale ha perso un quarto delle sue riserve. Il deficit commerciale tra gennaio e aprile è stato di due miliardi e mezzo di euro.

Di fronte al boom dei prezzi al consumo la popolazione fa scorte di beni di base. Una situazione insostenibile che ha spinto a chiedere aiuto all’estero. Una missione dell’FMI è a Minsk fino al 14 giugno.

La Bielorussia ha chiesto un prestito di tre miliardi di euro alla comunità economica euroasiatica, di cui fa parte anche la Russia. L’organismo deciderà sabato. Ma Mosca in cambio chiede un vasto programma di privatizzazioni. Una contropartita respinta categoricamente da Lukashenko.