ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Prima notte all'Aja per Ratko Mladic

Lettura in corso:

Prima notte all'Aja per Ratko Mladic

Dimensioni di testo Aa Aa

È già nel carcere dell’Aja, l’ex generale serbo-bosniaco Ratko Mladic.

Arrestato il 26 maggio dopo sedici anni di latitanza, Mladic è stato rapidamente estradato e consegnato al Tribunale Penale Internazionale, che lo accusa di genocidio, crimini di guerra e crimini contro l’umanità.

In particolare è accusato di aver organizzato l’assedio di Sarajevo, durato 43 mesi, e il massacro di Srebrenica.

La procedura d’estradizione per Mladic è stata rapidissima: quattro giorni dopo l’arresto, il procuratore belgradese si era già espresso. L’avvocato della famiglia Mladic ha presentato ricorso la sera stessa contro l’estradizione, invocando motivi di salute. La mattina dopo, il procuratore confermava la propria decisione, e nel giro di poche ore il Ministro della Giustizia serbo firmava l’estradizione, due convogli partivano verso l’aeroporto e l’ex generale, a bordo di un aereo riservato, partiva alla volta di Rotterdam.