ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Crollano le vendite di cetrioli in tutta Europa

Lettura in corso:

Crollano le vendite di cetrioli in tutta Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

Crollano in tutta Europa le vendite di cetrioli. Nonostante l’allarme lanciato in Germania riguardi alcune varietà provenienti dalle serre spagnole, a pagarne le conseguenze sono i prodotti in se’.

Una donna, abitante della capitale, dice di non averne più comprati, neanche coltivati in Francia, “per precauzione”.

“Nessuno li chiede. Anche se non vengono dalla Spagna nessuno li vuole. Prima se ne vendevano un centinaio al giorno, ora al massimo due o tre”, spiega un fruttivendolo parigino.

Stessa situazione in Italia. Al popolare mercato di Campo de Fiori, a Roma, scarso successo per i cetrioli, tra i protagonisti della cucina estiva.

“Non ne compro, per paura, certo”, dice correndo via una massaia.

L’allerta sanitaria è stata proclamata anche in Austria. Lo spiega la Direttrice generale del servizio centrale di salute.

“Teniamo d’occhio i casi che abbiamo importato dalla Germania, sono stati diagnosticati la scorsa settimana. Ora stanno meglio e sono stati dimessi. Non hanno sviluppato alcuna complicazione finora”.

In Russia l’incredulità di negozianti e clienti non impedisce che molti giudichino positivamente le misure precauzionali: “Se sono stati ritirati perchè potrebbero avvelenare la gente allora hanno fatto bene a ritirarli”.

Insomma, se non è ancora psicosi, poco ci manca.