ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Corea del Sud: la straordinaria isola galleggiante di Seul

Lettura in corso:

Corea del Sud: la straordinaria isola galleggiante di Seul

Dimensioni di testo Aa Aa

La capitale sud-coreana, Seul, ha recentemente inaugurato sul fiume Han, la più grande isola artificiale galleggiante del mondo.

Composta da tre strutture interconnesse, l’isola è concepita per ospitare concerti, convegni, mostre e ristoranti.

Il progetto finanziato con fondi pubblici e privati è costato l’equivalente di oltre 60 milioni di euro. Rappresenta anche il principale intervento per la rinascita del fiume della capitale.

“Le sponde nord e sud – dice Choi Heung-Soon, responsabile del progetto sul fiume Han per la città di Seul – si sono sviluppate con i complessi abitativi, quindi il fiume fino ad ora era solo un luogo da visitare da questa zona. Ma adesso, con l’isola galleggiante, possiamo davvero farne un uso diverso e creare una nuova cultura intorno a questo luogo”.

Per decenni in passato il fiume Han ha svolto un ruolo importante nella vita della capitale. Solo adesso, però, ammettono i funzionari locali, viene dedicata al fiume l’attenzione che si merita.

Ora vengono organizzate molte iniziative intorno al centro galleggiante, di modo che il fiume Han riconquisti il suo ruolo fondamentale. Sulle rive del fiume sono stati creati parchi e spazi pubblici.

Il passaggio dal progetto iniziale e la costruzione dell’isola galleggiante, ha richiesto un grosso impegno: la sfida era riuscire a mantenere le tre strutture a galla, usando solo delle boe ormeggiate con le catene. Tutto ovviamente nel rispetto dell’ambiente.

Il responsabile della progetto sottolinea di aver dovuto far ricorso a delle tecnologie ingegnose per evitare qualsiasi tipo di rischio:

“Il fiume Han -dice Choy Won Cheol Daewoo, ingegnere – raggiunge i 16 metri in estate, quando con le piogge il livello dell’acqua sale. Naturalmente durante le inondazioni l’isola deve rimanere a galla, e per farlo occorre utilizzare una tecnica piuttosto complessa, anche perchè l’isola pesa quasi 4.000 tonnellate”.

Con una sorta di sistema GPS viene garantita la stabilità delle tre diverse parti dell’isola: una lieve variazione viene corretta con un sistema automatico.

Anche in altre parti del mondo esistono delle isole artificiali. Ma nessuna è tanto grande e totalmente galleggiante.

“Il fiume Han è molto pulito, e come cittadino di Seul – dice un anziano – sono orgoglioso che sia stata costruita questa bella isola”.

“All’inizio -dice una signora – il progetto non mi piaceva perchè pensavo che costasse troppo. Ma ora che è finito mi piace”.

“E’ bello! – esclama una ragazzina – E’ come se fosse un’isola fluttuante nel cielo. E’ incredibile.”

‘E’ come se fosse in mezzo all’oceano – dice una giovane – E’ bellissimo”.

“Anche a me piace – risponde l’amica – è moderno e bello da vedere. E’ molto meglio visitare il posto che sentirne solo parlare”.

“A tutte e tre le parti dell ‘isola – racconta Seamus Kearney, inviato di Euronews – sono stati dati dei nomi. Questa è la più grande e si chiama Vista. Questa più piccola, è Terra. Quest’altra il cui nome non ha bisogno di spiegazioni è Viva”.

Un’altra caratteristica dell’isola galleggiante è un gigantesco palcoscenico all’aperto compreso di schermo.

La Corea del Sud è pronta per entrare in concorrenza con gli altri paesi per ospitare iniziative di interesse internazionale.

“Non esiste nessun altro posto al mondo come l’isola galleggiante sul fiume Han – dice Jo Deokhyun, responsabile del turismo coreano – Qui possiamo ospitare riunioni, convegni internazionali, tra l’altro in un posto molto frequentato da turisti e dagli stessi coreani”.

L’isola è in grado di ospitare migliaia di persone. La sola sala conferenze ha una capienza di 700 posti. Ma oltre ai locali, l’isola incuriosisce anche i turisti.

“Quando ne ho sentito parlare mi ha molto incuriosito – dice un turista – mi sono chiesto come fosse stata costruita e se davvero riuscisse stare a galla”.

“Penso sia un posto unico – risponde una ragazza inglese – E’ divertente da vedere”.

La magia in tutto il fiume, con l’isola galleggiante nel mezzo, si diffonde soprattutto al tramonto. La luce rarefatta crea degli effetti sorprendenti.

L’isola galleggiante è anche a pochi metri di distanza da un altro luogo di incontro della capitale della Corea del Sud: il Ponte Banpo.

L’isola galleggiante di Seul è già stata inaugurata. Sono in corso solo gli ultimi accorgimenti. Ma per settembre saranno ultimati.