ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I palestinesi celebrano la riapertura del valico di Rafah

Lettura in corso:

I palestinesi celebrano la riapertura del valico di Rafah

Dimensioni di testo Aa Aa

In molti a Gaza attendevano questo momento da anni: l’Egitto ha riaperto il valico di Rafah in modo permanente. L’unico varco che collega il minuscolo territorio della Striscia con il mondo esterno senza dovere passare per Israele era chiuso dal 2007, quando Hamas prese il controllo con la forza dell’enclave palestinese.

Mohammad Zoaroub ha 66 anni e soffre di insuffienza renale e ha bisogno di cure appropriate, che ora potrà ricevere in Egitto. “Mi sono sentito così felice quando ho saputo che l’Egitto avrebbe aperto la frontiera. Sono arrivato qui, sono stato accolto e sono stato trattato bene dai funzionari palestinesi”.

Un’ambulanza lo ha trasportato al Cairo, mentre a bordo di pullman, hanno attraversato il confine altre decine di palestinesi. La riapertura è stata decisa dal governo di transizione egiziano, nato dalla rivolta popolare che ha cacciato Hosni Mubarak dal potere, ed è stata formalizzata in seguito all’accordo di riconciliazione tra Hamas e Fatah, mediato dal Cairo. “Questo è un grande traguardo, lo attendevamo da tempo – dice Azziza Mohamed -. Grazie a Dio, è diventato possibile grazie a Dio e con l’impegno dei nostri fratelli della rivoluzione del 25 gennaio”.

L’Unione europea plaude alla riapertura del valico di Rafah, mentre il governo israeliano teme che la riapertura possa facilitare il transito verso Gaza di armi e militanti.