ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Clinton rassicura Pakistan, ma chiede più impegno nella lotta al terrorismo

Lettura in corso:

Clinton rassicura Pakistan, ma chiede più impegno nella lotta al terrorismo

Dimensioni di testo Aa Aa

I rapporti tra Stati Uniti e Pakistan sono giunti a un punto di svolta e occorre misurare l’impegno di Islamabad nel combattere il terrorismo. Ha il sapore di un test la visita a sorpresa del segretario di Stato americano Hillary Clinton in Pakistan, la prima dopo l’uccisione di Osama bin Laden.

Il raid delle forze speciali statunitensi ha creato dissapori tra i due Paesi, e ora occorre ricucire lo strappo. “Non ci sono assolutamente prove del fatto che qualcuno ai livelli alti del governo pakistano sapesse che bin Laden stava vivendo a pochi chilometri da dove siamo oggi – ha detto la Clinton incontrando i vertici pakistani -. Sappiamo che al Qaida è stata una fonte di grande dolore e di grande sofferenza”.

Bin Laden è stato ucciso il 2 maggio ad Abbottabad, in un raid che molti in Pakistan hanno visto come un’ingerenza territoriale da parte degli Stati Uniti. Negli Stati Uniti, invece, molti politici chiedono ora di rivedere gli aiuti che ogni anno in seguito all’11 settembre Washington garantisce a Islamabad per la lotta al terrorismo.