ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Novità sulla fontiera del laser

Lettura in corso:

Novità sulla fontiera del laser

Dimensioni di testo Aa Aa

Le magie del laser riescono ad andare là dove le tecniche tradizionali hanno dei limiti…..

Axel Kupisiewicz, Trackinside:

“Abbiamo sviluppato una tecnologia laser che permette di incidere su materiali trasparenti senza danneggiarli”.

Jean-Michel Mestrez, Direttore Trackinside:

“Non si producono fessure o crepe, non c‘è nulla. Inoltre non si aggiunge nulla, nessun inchiostro o altre cose utilizzabili. Basta il laser per incidere questo ologramma sul vetro”.

Questo sistema laser incide uno stesso codice sotto le superfici dei contenitori di vetro. Il raggio laser traccia incisioni indelebili che non danneggiano la struttura e si possono preparare al computer.

Jean-Michel Mestrez:

“Questa telecamera rilegge il codice che si presenta qui sullo schermo e il sistema ridecodifica l’informazione che si trova nel datamatrix e puo’ rintracciare dati anticontraffazione che sono stati aggiunti al codice”.

La falsificazione è un probolema crescente nell’industria farmaceutica cosi’ il fatto di poter produrre una tecnologia che non comporta micro effrazioni puo’ aiutare a capire se abbiamo un flacone autentico oppure contraffatto.

Axel Kupisiewicz, Trackinside:

“I bisogni che vengono soddisfatti, grazie a questa nuova tecnologia che abbiamo sviluppato, sono prima di tutto quelli del settore farmaceutico che chiede di etichettare i flaconi al loro interno o le siringhe in modo non aggressivo. Poi c‘è il settore del lusso con le boccette dei profumi come questa, bisogna poter creare un logo, seguire il mercato, garantire l’anticontraffazione”.

Questo progetto paneuropeo ha un interesse globale, i suoi risultati possono essere usati da qualunque azienda. Potenziali clienti di alto profilo possono trasformare questa innovativa soluzione in uno standard per i laser. La struttura operativa del progetto semplifica il perseguimento dei risultati.

Axel Kupisiewicz, Trackinside:

“La particolarità di questo progetto è che abbiamo deciso di non riservare l’esclusiva della proprietà intellettuale ad ogni singolo partner ma di creare una entità comune che implica la proprietà intellettuale di ogni società, dei brevetti, del capitale che serve per portare sul mercato la tecnologia”

www.sfera-research.eu