ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Islanda: eruzione vulcano, per ora scongiurato caos del 2010

Lettura in corso:

Islanda: eruzione vulcano, per ora scongiurato caos del 2010

Dimensioni di testo Aa Aa

È il vulcano più attivo di Islanda, ma, almeno per ora, il caos dello scorso anno nei cieli europei sembra scongiurato. Per precauzione, le autorità dell’isola hanno temporaneamente chiuso lo spazio aereo islandese, dopo che Grimsvotn ha iniziato a eruttare sabato, scagliando verso il cielo una colonna di fumo bianco alta almeno una ventina di chilometri. “L’eruzione non è una sorpresa – dice Pall Einarsson, geofisico dell’Università di Islanda -. Il vulcano era sotto osservazione e questa eruzione era stata prevista già lo scorso autunno”.

Nonostante sia il più grande vulcano islandese, situato sul più grande ghiacciaio d’Europa, le eruzioni di Grimsvotn tendono a essere meno dirompenti e le particelle restano in un’area più circoscritta rispetto a altri vulcani: “La portata dell’eruzione non sarà come quella dello scorso anno con il vulcano Eyjafjallajokull – aggiunge Einarsson -. Si è trattato di un vulcano insolito, con condizioni meteo insolite che insieme hanno reso la vita difficile in Europa”.

Difficile a causa della più grande chiusura dello spazio aereo decretata in Europa in tempo di pace. Per settimane le ceneri vulcaniche impedirono gli spostamenti ad alta quota. Il timore era quello che le polveri vulcaniche ostruissero i motori degli aerei provocando guasti. I voli annullati furono più di centomila, più di otto milioni i passeggeri bloccati.