ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lars Von Trier: "Sono stato molto stupido"

Lettura in corso:

Lars Von Trier: "Sono stato molto stupido"

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo l’offesa le scuse, ma a modo suo. Lars Von Trier, persona non gradita a Cannes, ai microfoni di Euronews torna sulla conferenza stampa in cui ha detto: “capisco Hitler e simpatizzo un po’ con lui”. Dichiarazioni che hanno scioccato il Festival e la comunità ebraica. Una provocazione? O piuttosto una battuta di cattivo gusto di un regista che non sa più come provocare? Melancholia, il suo film, resta in concorso.

euronews:

“Come ha potuto dimenticare e ignorare che fare battute su Hitler e sugli ebrei può essere molto pericoloso?”

Von Trier:

“Perché faccio tante battute del genere, le faccio in privato. L’unica cosa che ho dimenticato, ed è stato molto stupido, è che mi stavo rivolgendo al mondo. Pensavo che stessi andando bene in conferenza stampa quando all’improvviso ho detto qualcosa di idiota. E mi scuso per questo.”

Wolfgang:

“Cosa pensa di fare per riconciliarsi con il festival?”

Von Trier:

“Non penso di poter fare di più, oltre a parlare con Thierry Frémaux e Gilles Jacob, i direttori del festival, e se vogliono che faccia qualcosa ovviamente lo farò. Si dice che il tempo guarisce le ferite”.