ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria, pugno di ferro contro i manifestanti: la polizia spara, 36 morti nel paese

Lettura in corso:

Siria, pugno di ferro contro i manifestanti: la polizia spara, 36 morti nel paese

Dimensioni di testo Aa Aa

Trentasei persone, tra le quali una bambina, avrebbero perso la vita in Siria nel corso di scontri tra manifestanti e forze di sicurezza nella giornata di venerdi.

Nonostante gli appelli della comunità internazionale, il governo di Damasco, continua a reagire col pugno di ferro all’ondata di mobilitazione popolare che chiede la fine del regime di Bashar el-Assad.

Ieri l’opposizione aveva convocato una nuova giornata di dimostrazioni per la libertà e l’unità nazionale, alle quali hanno aderito migliaia di persone in molte città del paese: da Homs a Idlib, da Banias a Hama.

La tensione più forte si è registrata nella località di Maarat al-Namaane, nell’est del paese, dove sarebbero state uccise almeno 15 persone, tra le quali un adolescente di 15 anni. Qui le forze di sicurezza avrebbero aperto il fuoco per disperdere la manifestazione.