ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Per Tepco perdite pari a 10,5 miliardi di yen

Lettura in corso:

Per Tepco perdite pari a 10,5 miliardi di yen

Dimensioni di testo Aa Aa

Una maxi perdita da dieci miliardi e mezzo di yen.

È quella accusata dalla Tokyo Electric Power per

l’esercizio finanziaro che si è concluso a marzo. A pesare sull’andamento della società il gravissimo incidente nucleare di Fukushima. Intanto nell’azienda, proprietaria dell’impianto, cadono le prime teste.

Così Masataka Shimizu, CEO di Tepco: “Le perdite consolidate, dovute al costo per riparare le strutture

danneggiate dal terremoto, ammontano a dieci miliardi e mezzo di yen. Mi assumo la responsabilità

per la perdita di credibilità della sicurezza del nucleare e per aver creato ansia tra la gente. per questo voglio dimettermi dal posto di amministratore delegato assieme al vice-presidente Mr.Muto”.

Il numero uno di Tepco è stato accusato di aver volutamente ritardato gli interventi per raffreddare i reattori della centrale nucleare per tentare di salvare l’impianto.

Il gruppo, che riceverà il sostegno dello Stato per risarcire le vittime del disastro, non è in grado di fare previsioni finanziarie per i prossimi mesi, ma ha fatto sapere che per smantellare i quattro reattori occorreranno almeno 207 miliardi di yen. Annunciati anche drastici tagli di personale.