ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

DSK scarcerato su cauzione, ma formalmente incriminato

Lettura in corso:

DSK scarcerato su cauzione, ma formalmente incriminato

Dimensioni di testo Aa Aa

La Corte Suprema di New York ha concesso la libertà su cauzione a Dominique Strauss-Kahn. Tra le condizioni poste per il rilascio dell’ex direttore dell’Fmi, il ritiro di tutti i documenti validi per l’espatrio.

La cauzione sarà di un milione di dollari, più 5 milioni di garanzia. Inoltre, dovrà essere costantemente sorvegliato da una guardia armata, a sue spese.

Il giudice ha, però, formalmente incriminato l’ex numero uno dell’Fmi per i reati sessuali: sette in totale, tra i più gravi quello per tentato stupro e rapimento ai danni di una cameriera dell’hotel Sofitel.

In un aula gremita di giornalisti e dove sono arrivate anche sua moglie Anne Sinclair e sua figlia Camille, Strauss-Kahn è apparso provato da quattro giorni di carcere.

Avrà l’obbligo del braccialetto elettronico e risiederà in un appartamento di Manhattan, sorvegliato anche dalle videocamere. Ma passerà ancora una notte in prigione, in attesa che l’accordo che accoglie la cauzione sia firmato dalle autorità statunitensi.

Il pubblico ministero aveva sostenuto in udienza che per l’imputato “c’era pericolo di fuga’‘ e per questo aveva chiesto di respingere la sua domanda di scarcerazione su cauzione. La difesa aveva invece sottolineato il contrario, mostrando che il biglietto aereo era stato prenotato precedentemente all’accaduto.

La prossima udienza è fissata per il 6 giugno.