ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

V on Trier si dice nazista, Cannes sotto choc

Lettura in corso:

V on Trier si dice nazista, Cannes sotto choc

Dimensioni di testo Aa Aa

Lars von Trier si dice nazista a Cannes e gela di maggio comunità ebraica e Croisette, due anni dopo il discusso Antichrist che valse a Charlotte Gainsbourg il premio come migliore attrice.

E che recita con Kirsten Dunst anche nel nuovo Melancholia.

Provoca, l’enfant terrible del cinema danese, lui che si pensava ebreo e si è scoperto solo un po’ tedesco: “Volevo davvero essere un ebreo, ho scoperto di essere stato davvero nazi. Capisco Hitler. Ma via, non sono per la seconda guerra mondiale e non sono contro gli ebrei”.

Non contento, ipotizza un porno con le stesse attrici e un film sulla soluzione finale per i giornalisti.

Per ora l’unica fine, quella del mondo, la racconta il suo Melancholia, un matrimonio che volge in tragedia in una terra che sta per morire.

Storia di uno stato mentale, quella depressione di cui lo stesso regista soffre da tempo.