ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: otto morti a Tall Kalakh, sanzioni contro Assad

Lettura in corso:

Siria: otto morti a Tall Kalakh, sanzioni contro Assad

Dimensioni di testo Aa Aa

Le forze di sicurezza continuano a sparare sulla popolazione in Siria.

Almeno otto persone sono state uccise a Tall Kalakh, assediata da giorni dall’esercito di Damasco. La notizia è stata resa nota da un’organizzazione per la difesa dei diritti umani, una delle poche fonti indipendenti nel paese. La stessa che ha portato alla luce l’esistenza di almeno due fosse comuni con oltre 30 cadaveri a Deraa. Per lo più donne e bambini.

I ribelli proseguono nella protesta. L’opposizione a Bashar al Assad continua a sfidare il regime con uno sciopero generale a Homs, mentre si intensificano le pressioni internazionali sul governo. La Germania chiede all’Europa di congelare i beni del presidente siriano, la Svizzera lo ha già fatto e domani gli Stati Uniti si accingono a decidere quali sanzioni adottare contro il capo di Stato.

Assad ha ammesso gli errori delle forze di sicurezza, ma non allenta la repressione. Sono oltre 700 le persone uccise dall’inizio della rivolta in Siria, secondo le organizzazioni per i diritti umani. Almeno 8000 gli arresti.