ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Medvedev non svela se si ricandida al Cremlino

Lettura in corso:

Medvedev non svela se si ricandida al Cremlino

Dimensioni di testo Aa Aa

“Parlerò presto. Ma non è questo il momento giusto né il posto adeguato per annunciare la mia ricandidatura alle elezioni del 2012. La politica non è un show ma un lavoro complesso che ha le sue regole”.

Il presidente russo Dmitri Medvedev delude così le aspettative alla prima conferenza stampa dal suo arrivo al Cremlino, tre anni fa.

L’ha tenuta non a caso a Skolkovo, alle porte di Mosca, nella scuola che forma i futuri imprenditori, là dove sorgerà la Silicon Valley russa che lui vuole centro d’eccellenza e di ricerca.

Perché nel duello ancora tutto ufficioso con il suo mentore e predecessore Vladimir Putin, il presidente gioca la carta del cambiamento e dello sviluppo qualitativo.

Dietro, c‘è anche la necessità di rassicurare i capitali, nel primo trimestre quasi 15 miliardi di euro in fuga.

Io penso a lavorare, ha detto di recente il premier Putin, del resto nessuno di noi due ha ancora deciso se ricandidarsi o no. Un riserbo confermato ora dallo stesso Medvedev.