ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

DSK, sorvegliato speciale nel carcere duro

Lettura in corso:

DSK, sorvegliato speciale nel carcere duro

Dimensioni di testo Aa Aa

La difesa di Dominique Strauss-Kahn punta a dimostrare che il rapporto sessuale avuto con la cameriera nell’hotel di New York e’ stato consenziente, ma l’unica cosa certa al momento e’ che l’economista francese e’ passato da una camera da letto da 3000 dollari a notte a una cella del carcere duro di Rickers Island, detenuto insieme a criminali comuni condannanti per omicidio, rapina, stupro.

Per questo il direttore del Fondo Monetario e’ guardato a vista, le autorita’ carcerarie temono possa possa togliersi la vita.

“E’ sorvegliato 24 ore su 24 dalle telecamere o dagli agenti – racconta Norman Seebrook che lavora nel carcere – durante il giorno ha libero accesso a una stanza dove puo’ guardare la televisione. Non riceve trattamenti particolari, fa tre pasti al giorno. Ma siamo molto preoccupati per lui, per questo lo abbiamo messo sotto sorveglianza speciale”.

Alcune fonti hanno raccontato che Strauss-Kahn ha avuto bisogno di una maschera per l’ossigeno questa notte.

E mentre il mondo finanziario preme affinche’ venga nominato al piu’ presto un direttore ad interim per il Fondo, Strauss-Kahn e’ atteso in aula venerdi’, quando il suo avvocato chiederà di nuovo di farlo uscire sotto cauzione.

“I casi che riguardano crimini sessuali in genere sono molto difficili da trattare – dice l’avvocato Matthew Galluzzo – richiedono una preparazione specifica perche’ si basano principalmente sulla credibilita’ della testimonianza della vittima. Di solito infatti non ci sono testimoni”.

Sulla testa del direttore pesano 7 capi di accusa, fra cui lo strupro, il sequestro di persona, e persino la sodomia.